442 offerte attive in questo momento

Offerte Marocco

Marocco: voli più hotel, alberghi e B&B, villaggi, LAST MINUTE e low cost, tour organizzati e pacchetti. Ecco tutte le migliori offerte Marocco firmate TravelFool!

  

Prima di partire per il Marocco, ecco alcuni consigli utili!

I momenti migliori per visitare l'entroterra del Marocco sono la primavera e i primi mesi autunnali: si troverà un clima caldo ma piacevole, evitando la neve dell'inverno o il caldo torrido estivo. Al contrario, le regioni costiere possono essere visitate tutto l'anno. Di seguito vedremo quattro cose imperdibili da vedere in Marocco.

LA PIAZZA DI MARRAKECH
In particolare la sua piazza centrale, Djeema El Fna, ben racconta il fascino della città più visitata del Marocco. Di giorno piena di venditori ambulanti, al crepuscolo assume un'atmosfera magica, tra giocolieri e incantatori di serpenti. La piazza si riempie di profumi invitanti ed è consigliabile mangiare tagine ai tavoli comuni. Per chi vuole un buon bicchiere di tè alla menta tradizionale, si può osservare la scena da uno dei tanti caffè lungo la piazza.

LE CONCERIE DI FEZ
La città imperiale è conosciuta per i suoi prodotti in pelle: le concerie, attive dal Medioevo con modalità pressoché immutate, impiegano vasche piene di coloranti, nelle quali vengono immerse le pelli. Sopra il cortile di Chaouwara parte la visita più consigliata: qui l'odore della miscela di feci di piccione per conciare le pelli può essere davvero intenso, ma vale la pena sopportarlo per questo tuffo indietro nel tempo.

LE CASE DI CHEFCHAOUEN
Sulla catena montuosa del Rif sorge Chefchaouen, che offre un momento di tranquillità dopo la frenesia delle grandi città. Storicamente rifugio per musulmani ed ebrei durante la Reconquista iberica, oggi è nota per la bellezza delle sue case dipinte in vari toni di blu e azzurro, che sono il contesto perfetto per ammirare il panorama delle montagne.

LA MOSCHEA DI CASABLANCA
Ci sono molte moschee in Marocco, ma quella intitolata ad Hassan II è la più spettacolare, grazie anche al minareto più alto del mondo. Terminata nel 1993 con l'obiettivo di dare alla religione islamica un punto di riferimento universale, la moschea ha impiegato 10 mila artigiani per sette anni. I non musulmani possono visitare questo straordinario edificio al di fuori degli orari di preghiera.