Offerte viaggi Reykjavík Islanda, marzo 2017 - Islanda, Un Viaggio Completo Ed Appagante …a partire da 3300,00 €

Proposta: 1691-67178 Operatore:
Islanda, Un Viaggio Completo Ed Appagante …
Località: Reykjavík (Islanda)
Tipologia: Avventura - Natura - Itinerari insoliti
Adatto per: Tutti
Durata: 14 notti
Validità dal: 04 luglio 2017al: 18 luglio 2017
Partenze da: Milano
Offerta: Volo + soggiorno
Struttura: B&B Trattamento: Pensione completa

-2%

Prezzo a partire da
€ 3390,00
€ 3300,00
a persona

Richiedi un preventivo personalizzato

Islanda, terra ai confini del Circolo Polare Artico, a cavallo tra Europa ed America, concede la possibilità di assaporare la scoperta di luoghi ancora poco frequentati dai turisti. Nuovo programma: da Reykjavik al Nord-Ovest, da qui ad Est e poi verso il centro dell'isola. Sembrerà di aver visitato due isole diverse! 

  • gallery gallery
  • gallery gallery
  • gallery gallery
  • gallery gallery
  • gallery gallery
  • gallery gallery
  • gallery

Nuova proposta ISLANDA, un viaggio completo ed appagante …

 

Un programma rinnovato, per chi vuole conoscere quest'isola in tutti i suoi angoli reconditi da Nord a Sud e da Est a Ovest. Ci spingeremo verso Nord Ovest per incontrare uno dei paesaggi più selvaggi e ricchi di fauna dell'isola, dove il tramonto si affaccia sulla Groenlandia, per poi riprendere il tour classico che ci porterà a conoscere ambienti del tutto diversi. Ci sembrerà di aver visitato due isole diverse! Questa terra ai confini del Circolo Polare Artico, a cavallo tra Europa ed America, ci concede la possibilità di  assaporare la scoperta di luoghi poco frequentati dai turisti, avvicinare gente ancora "vera" nelle proprie tradizioni secolari, eppure così moderna e civile nel sentirsi parte di un paese alla pari di altri più grandi ed economicamente importanti. E poi, infine, godere di una natura inconsueta e sopra le righe: lande dai colori più diversi, cascate di ogni tipo ed altezza, ghiacciai e vulcani, fiumi e spiagge di ogni colore e, per finire, uccelli marini, acquatici, rapaci, foche e balene come non avete mai visto. La formula che proponiamo, ampiamente comprovata, é un viaggio prettamente itinerante, con pernottamenti in ostelli, rifugi, guest-house e B&B. Gli spostamenti sono realizzati, come sempre, con un super fuoristrada, quanto di più “valido” ci si possa immaginare, e rappresenta la modalità più indicata  per ammirare paesaggi unici e muoversi su territori poco frequentati, a volte su piste veramente uniche.

Programma 15 giorni / 14 notti

Partenze:  4  e  18 Luglio   2017

 

1° giorno: Italia - Islanda, incontro con la guida/accompagnatore all'aeroporto di Milano Malpensa per il volo diretto. Arrivo all'aeroporto internazionale di Keflavik, transfer privato in città e pernottamento.

 

2° giorno: Reykjavik - Geysir, nella mattina breve visita della capitale islandese; nel primissimo pomeriggio parte il tour e si passa per Thingvellir - sito di importanza storica (il più antico parlamento del mondo) e geomorfologica (dorsale medio atlantica con separazione della placca americana da quella europea) – il tutto con una comoda passeggiata di 1 ora. Poi raggiungiamo Geysir (geyser) e Gulfoss (cascata d'oro). Cena e pernottamento in fattoria.

 

3° giorno:  Geysir - Borgarnes, costeggiando il lato sud ovest del ghiacciaio Langjokull, seguendo una vecchia pista, raggiungeremo Surtshellir una zona dove si sono formate gallerie scavate nella lava. Durante una eruzione avvenuta nell'anno 930 si formarono gallerie di lava tra le più profonde e lunghe d'Islanda (alcune arrivano sino a 2000 metri di lunghezza). Con l'aiuto di una torcia frontale sarà possibile inoltrarsi nell'interno di una delle tante gallerie per osservare le splendide formazioni di ghiaccio e le enormi camere interne. Proseguiremo verso le cascate di Barnafoss (cascata dei bambini) e di Hraunfossar (cascata della lava), formate da una serie di spettacolari rapide sul fiume Hvita, e visiteremo il più grande campo geotermico d'Europa vicino a Reykholt. Pernottiamo in struttura a Borgarnes.

 

4° giorno: Borgarnes - Stykkisholmur, colazione e partenza in direzione Nord, penisola di Snaefellsnes. La prima sosta, prima ancora di "entrare" nella penisola di Snaefellsnes, sarà il cratere scoriaceo di Eldborg, che raggiungeremo e risaliremo (ca. 60 m) con una piacevole camminata tra antichi campi lavici. Ripresa la nostra strada, viaggeremo lungo l'Oceano Atlantico con le sue maree, le piane di lava colorate dalle piante pioniere, le spiagge striate di gialle e nero, le colonie di uccelli marini ed, in lontananza, il mitico vulcano Snaeffellsjokull, dove Jules Verne ambienta l'entrata degli esploratori del suo famoso romanzo "Viaggio al centro della terra". Inizio del periplo della penisola di Snaefellsnes. Percorriamo la strada che si snoda lungo il lato meridionale della penisola; lungo il tragitto avremo la possibilità di fermarsi ad osservare le coste alte (paradiso degli uccelli marini) che si alternano a lunghe e suggestive spiagge: tra queste la famosa “spiaggia nera” e la “spiaggia gialla”. Incontriamo singolari abitati e isolate fattorie e potremo godere di inconsuete atmosfere nordiche. Padrona della scena la geomorfologia di queste terre che ci trasmettono tutta la forza della natura. Proseguendo nel periplo del vulcano, arriveremo in serata a Stykkisholmur, nostra destinazione giornaliera, dove ci sistemiamo in una struttura con camere a più letti. Relax, cena libera e pernottamento.

 

5° giorno: Stykkisholmur - Breidavik, colazione e, per le ore 9, ci presentiamo al porto per imbarcarci sul traghetto che ci porterà al di là del Breidafjordur, sulla sua costa settentrionale - 3 ore circa di attraversata - con breve sosta all’isola di Flatey. Sbarcati a Brjanslaekur, ci dirigiamo verso Breidavik. Durante lo spostamento, se il meteo ci sarà amico e saremo in orario, potremo fare una deviazione sino alla spiaggia rossa di Raudisandur  ed alle depressioni terrestri della baia di Baejarvadall  che formano delle pseudo lagune svelando un habitat unico per queste lande. Nel pomeriggio, arriviamo alla nostra meta per la sistemazione notturna. Relax e cena. Dopo cena trasferimento alla vicina scogliera di Latrabjarg per una visita ad una delle più grandi colonie europee di uccelli marini coloniali (Pulcinella di mare, Gazza marina, Uria, Uria nera, Uria di Brunnich, etc.) in rientro ai loro nidi e scattare loro tante splendide foto in perfetta comodità.

 

6° giorno: Breidavik - Isafjordur, colazione e partenza, di buona mattina, per un'altra grande giornata di forti emozioni: siamo nel cuore della regione dei fiordi nord occidentali: da adesso in poi sarà tutto un susseguirsi di panorami mozzafiato, paesaggi straordinari e assolutamente sopra le righe. Ancora più a Nord ed ancor più lontani dall'Islanda più turistica. Nel corso della giornata attraverseremo, fermandoci ogni tanto per qualche foto più spettacolare o semplicemente più intrigante, alcuni dei piccoli paesi che si trovano adagiati all'interno dei numerosi fiordi di questa regione: Patreksfjordur, Talknafjordur, Bildudalur, Thingeyri. Sosta per la visita della spettacolare cascata di Dynjandifoss (ha vinto anche la classifica di più bella cascata d'Islanda, con i suoi 7 salti per complessivi 100 metri di altezza). Arriviamo in serata ad Isafjordur, più importante centro di tutta la regione del Westfjord. Cena libera e pernottamento.

 

7° giorno: Isafjordur - Broddanes, colazione e partenza per la prossima meta serale. Partiti da Isafjordur ci dirigiamo verso Sud-Est, costeggiando tutto il fiordo che da il nome alla città: coste alte, continue rientranze con vista sul mare dove, con qualche fortuna, potremmo riuscire ad avvistare l'Aquila di mare, il più grande rapace d'Islanda. Giunti al fondo del fiordo, ci allontaniamo dal mare: alla nostra sinistra ci lasciamo la parte più selvaggia e spopolata di tutta Islanda, l'Hornstrandir, ma visitare questa area è tutt'altra faccenda! A queste latitudini la breve estate rappresenta un'esplosione di vita e naturalità, che noi cercheremo di cogliere appieno. Arrivo a Broddanes, sulla costa orientale del Vestfirðir, cena e pernottamento in un grazioso ostello posizionato a due passi dalla costa, dove è un piacere per gli appassionati di birdwatching osservare le numerose specie di uccelli che qui nidificano.

 

8° giorno:  Broddanes - Vatsnes - Akureyri, si parte di buon mattino, verso Sud, costeggiando il Bitrufjordur ed il Hrutafjordur per poi risalire fino a Hvammstangi, alla base della penisola di Vatsnes, dove ci fermeremo per una breve visita al Selasetur Islands (Centro Informativo Foche). Subito dopo ci avventuriamo nel periplo della penisola che si protende verso Nord nella baia di Hunafloi, effettuando alcune soste per poter avvistare le foche (Foca grigia e Foca comune) che trascorrono buona parte del loro tempo distese sugli scogli della costa. Poco prima di lasciare questa penisola così interessante, ci soffermeremo a fotografare uno dei monumenti di roccia più utilizzati nei depliant turistici islandesi: Hvitserkur, scoglio basaltico che si erge dal mare 15 m. con la sua bizzarra forma. La giornata prosegue verso Est, lungo la Ring Road sino ad incrociare lo Skagafjordur per sfociare infine nell'Eyjafjordur (il "fiordo dell'isola"), dove si trova Akureyri, seconda città d'Islanda e dove ci sistemeremo per la notte. Cena libera.

 

9° giorno: Akureyri - Myvatn, dopo colazione, si riprende la strada per la cascata di Godafoss (cascata degli dei) ed il lago Myvatn. Da Dimmuborgir (labirinto di bizzarre forme laviche) lungo il medesimo sentiero, saliamo sulla sommità del cratere Hverfell da dove si ammira lo spettacolo del sottostante lago costellato di piccoli e grandi pseudocrateri e di tutta l’area circostante. Visita alle solfatare di Hverarond e Namafjall per poi passare ai campi geotermici e lavici di Krafla (ampia caldera con il cratere e lago Viti) ed entrare infine nel Parco Nazionale Vatnajokull, dove potremo ammirare Dettifoss (la cascata più potente d’Europa). Torniamo a Godafoss per la cena ed il pernottamento.

 

10° giorno: Sprengisandur, partiremo per affrontare un lungo viaggio lungo la pista di Sprengisandur, la più lunga degli altopiani islandesi con i suoi 200 km, costituisce un antico collegamento tra il nord e il sud dell'isola. Ancora all'inizio della pista, sosta per la visita alla cascata di Aldeyjarfoss, dove il fiume Skjalfandafljot si è scavato un accesso tra le scure colonne basaltiche. Attraversiamo la zona desertica  dell'Islanda che ci porterà ad immaginare di essere sulla luna. Immense distese del nulla con i colori più belli che si possano trovare sulla terra, distese di lava e deserti di pomice. Si raggiunge così Hrauneyjar dove sosteremo per la notte.

 

11° giorno: Landmannalaugar, la mattina ci porteremo al punto di partenza di uno dei trekking più belli al mondo. Oggi noi ci limiteremo a fare un percorso ad anello (durata ca. 3 - 4h) che sale all'interno della colata lavica (lava ossidiana del 1480) che appare come una sbavatura di nera glassa sul paesaggio fortemente colorato. Raggiunta la parte alta del nostro percorso potremo ammirare il paesaggio delle circostanti colline di riolite dai mille colori che, non a torto, hanno portato a definire quest'area come una delle più belle, non solo d'Islanda. Un paesaggio veramente mozzafiato, unico al mondo, difficilmente le parole riescono a darne giustizia. Il tratto in discesa, che ci riporta al punto di partenza, si snoda lungo un piccolo canyon (Graenagil, "gola verde") dalle pareti di mille tonalità di verde. Riprendiamo la strada verso sud-est, concedendoci una sosta all'Eldgja, la maggiore fessura esplosiva della terra, lunga oltre 30 km, risalente all'anno 940 d.C., al cui interno andremo ad ammirare la cascata di Ofaerufoss. Rientro sulla Ring Road poco prima di Kirkjubaejarklaustur, per dirigersi verso la nostra meta serale: il gradevole ostello di Hvoll. 

 

12° giorno: Jokulsarlon - Skaftafell, presto, dopo colazione, affrontiamo uno spostamento verso Est, sino al margine meridionale del più grande ghiacciaio d'Europa, il Vatnajokull. Qui, dove il ghiaccio scende fino al livello del mare, si è formata una piccola laguna (Jokulsarlon) dove migliaia di piccoli e grandi iceberg staccatisi dal ghiacciaio stazionano prima di uscire in mare. Qui sarà possibile effettuare una escursione in barca tra gli iceberg (non compresa nella quota). Dopo aver fatto una passeggiata lungo la spiaggia nera dove si incagliano i resti dei grandi iceberg usciti dalla laguna, torniamo un poco sui nostri passi per una seconda sosta di tutto rilievo: Skaftafell. Quest'area, primo Parco istituito nel 1967, faremo una camminata sino ad affacciarci sulla lingua del ghiacciaio sottostante (Skaftafellsjokull), alla cascata di Svartifoss ed all'antica fattoria di Sel. Rientro in serata all'ostello per la cena ed il pernottamento.

 

13° giorno: Vik e la costa meridionale - Hvolsvollur presa la strada verso Ovest, la prima fermata sarà il canyon Fjadrargljufur. Rientrati sulla Ring Road, ci dirigiamo verso Vik, all'estremità meridionale del paese con le sue formazioni rocciose della costa: il promontorio di Dyrholaey col suo arco di roccia naturale e la colonia di Pulcinella di mare (punta più meridionale d'Islanda) e la spiaggia basaltica di Reynisfjara. L'ultimo tratto di strada prima di arrivare alla nostra meta serale ci riserva ancora qualche sorpresa, come le due cascate di  Skogafoss e Seljalandsfoss. Arrivo a Hvolvollur, sistemazione, cena e pernottamento.

 

14° giorno: Reykjavik, sistemazione dei bagagli e partenza per la capitale. Breve sosta alla Urridafoss, e deviazione verso la costa sino ai villaggi, antichi centri del commercio e della pesca di tutta l’area costiera, di Stokkseyri ed Eyrarbakki. Breve passeggiata alla scoperta di questi insediamenti dall’aria un po’ demodè. Sosta per il pranzo (meteo permettendo) all’area geotermica di Krysuvik. Raggiungiamo, infine, la capitale nel primo pomeriggio. Tempo libero per visita della città e shopping. Cena libera. Pernottamento in hotel.

 

15° giorno: Reykjavik - Italia, colazione in struttura e tempo libero a disposizione. Pranzo libero. Nel primissimo pomeriggio partenza per l’aeroporto di Keflavik.

 

Scheda tecnica

Durata:                                  15 giorni/14 notti

Partenza:                                4 e  18 Luglio 2017

Partecipanti:                          min 8 / max 12   

Quota partecipazione:           Euro 3.390,00

Partenza e rientro:                aeroporto di Milano Malpensa 

Sistemazione:                                     guest-house, B&B, ostelli o rifugi.

 

La quota comprende: volo aereo da Malpensa a Keflavik A/R, 10 pensioni complete e 3 mezze pensioni e 1 pernottamento con prima colazione, guida/cuoco dall'Italia, autista locale, trasporto con mezzo adeguato (fuoristrada FORD Econoline 4 x 4 - 14 posti con carrello per bagaglio), assicurazione medico-bagaglio ed RC.

 

La quota non comprende: le tasse aeroportuali, le cene del primo, del quarto, del sesto, dell'ottavo e del penultimo giorno, il pranzo del secondo e dell’ultimo giorno, sacco a pelo, gli alcolici, le mance, gli extra e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende.

Mete più cliccate
Condizioni d'uso del sito*

Dichiaro di aver letto e di accettare le condizioni generali di utilizzo del servizio.

Richiesta di consenso al trattamento dati*

Dichiaro di aver letto l'Informativa e sono consapevole che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio del sito e dichiaro di essere maggiorenne.

Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.

Acconsento

Non acconsento

Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.

Acconsento

Non acconsento