Offerte viaggi Dublino Irlanda, ottobre 2018 - Self Drive in Irlanda Aga partire da € 480,00

Proposta: 3133-76503 Operatore:
Self Drive in Irlanda Ag
Località: Dublino (Irlanda)
Tipologia: Avventura - Natura - Itinerari insoliti
Adatto per: Tutti
Durata: 7 notti
Validità dal: 20 luglio 2018al: 31 ottobre 2018
Offerta: Auto + soggiorno
Struttura: B&B Trattamento: Prima colazione inclusa
Prezzo a partire da
€ 480,00
a persona

Richiedi un preventivo personalizzato

Da secoli l’Irlanda attrae i viaggiatori per la bellezza dei suoi paesaggi e per il fascino dei luoghi in cui si respira ancora l’atmosfera antica basata sulle sue radici cristiane e pagane e in cui sembra di vivere il paesaggi fantastici popolati da elfi e spiriti.Per chi ama la natura e la scoperta di civiltà passate.

  • gallery gallery
  • gallery gallery
  • gallery gallery
  • gallery gallery
  • gallery gallery

Siamo a disposizione per Informazioni e preventivi gratuiti

Adriana 3394952035

dal lunedi al venerdi dalle 9,00 alle 19,00 sabato dalle 9,00 alle 13,00

 

PROGRAMMA SUGGERITO 1 ( modificabile su misura secondo le vostre esigenze)

 

SUD OVEST

 

1° giorno: Italia – Dublino

Arrivo all'aeroporto di Dublino. L'auto verrà ritirata la mattina che si lascia la città di Dublino, poichè per visitare la città l'auto non serve. L'aeroporto di Dublino si trova a circa 12 chilometri dal centro città ed è ben collegato solo attraverso servizi di autobus. Non esiste al momento nessun collegamento via metro o treno dall'aeroporto al centro di Dublino. I due servizi principali di collegamento via autobus sono offerti da Aircoach e Airlink. Airlink 747:Dalle 5 del mattino alle 23.20 circa questo autobus collega in circa 30 minuti il terminal arrivi dell'aeroporto con le zone principali di Dublino, comprese Temple Bar e O' Connell Street. Il biglietto costa 6 € per adulto e può essere acquistato all'Ufficio Turistico in aeroporto, ai distributori automatici e anche a bordo direttamente dall'autista. Aircoach: Aircoach assicura un collegamento con il centro città anche di notte (ogni ora circa) e ogni 10-20 minuti durante il giorno. L'autobus parte dal Terminal Arrivi e in circa 30 minuti conduce nelle zone principali di Dublino. Il biglietto costa 7 euro e può essere acquistato presso i punti vendita della compagnia in aeroporto o direttamente dall'autista. I taxi sono disponibili al Terminal arrivi ad ogni ora del giorno: il costo di un trasferimento verso il centro varia tra 20 e 30 euro. I prezzi sono aggiornati al 2012 ma possono variare (soprattutto il taxi). Se preferite possiamo organizzarvi noi il transfer in hotel (€. 60,00 per una macchina da 4 persone).

Pernottamento in Hotel 3* centrale.

 

2° giorno: Dublino Prima colazione. Oggi potete fare un itinerario alla scoperta della storia della città. Eccellenti ristoranti, boutique alla moda, famosi Pub, bellissime gallerie d'arte verdeggianti parchi cittadini, elegante architettura, storia affascinante. Tutto questo insieme alla sua location unica perfettamente posizionata sul mare d'Irlanda. Divisa a metà dal fiume Liffey (con il caratteristico Ha'penny Bridge), sulla riva sud, l'atmosfera è un po' più sofisticata, soprattutto intorno a Grafton Street e i suoi negozi di lusso, e allo stesso tempo giovanile con gli studenti del Trinity College. Qui si trova la zona di Temple Bar, il cuore storico della città. Rimarrete incantati dai vicoli stretti ai lati dei quali sorgono edifici storici e i tipici Irish pubs e le due cattedrali di Saint Patrick e Christ Church. Da non perdere il museo della birra Guinness Storehouse dedicato alla famosa birra scura, sul tetto del museo vi è il Gravity Bar (il più elevato Bar d'Irlanda) da dove, sorseggiando un drink o un thé, si può ammirare il panorama di tutta Dublino. La riva nord è più popolare con le strade commerciali Talbot Street e Henry Streetsi e una bella passeggiata nel Phoenix Park, un parco di oltre 700 ettari che ospita al suo interno anche il Dublin Zoo, fare shopping o visitare un tesoro legato alla storia di questo paese: il General post office dove nel 1916 si scatenò l’insurrezione popolare che portò alla proclamazione della repubblica d’Irlanda. Dublino è una città a misura d'uomo e giovane. Da vedere la baia, con vari villaggi di pescatori, come Howth, e Malahide, la spiaggia dei dublinesi.

Pernottamento in Hotel 3* centrale.

 

3° giorno: Dublino – Killarney (380 km)

Prima colazione. Ritiro auto in città presso la compagnia di noleggio prescelta a cui va consegnato il vostro voucher. Se avete prenotato il navigatore dovete pagarlo in loco, così come i seggiolini. E’ obbligatoria la carta di credito intestata al guidatore per la cauzione. Dirigetevi verso Wicklow, con le rovine del Black Castle. Visitate le cittadine di Carlow e Glendalough, dove un torrione in rovina ricorda l’antico castello anglo-normanno del ’200. Arrivate a Kilkenny, sulle rive del fiume Nore con il castello medievale e alcuni edifici storici nel centro. Se volete potete fare una deviazione sulla costa per visitare Waterford. Andando verso nord-ovest potete visitare la rocca di Cashel, un complesso architettonico di gran fascino, e il castello di Cahir, scelto come location per diversi esterni del film Excalibur. Visitate Cork e i suoi dintorni con la storica distilleria del Jameson Whiskey e il quattrocentesco Blarney Castle, famoso per la pietra che, secondo la leggenda, donerebbe l’eloquenza.

Raggiungete Kinsale, porto famoso già in epoca normanna. Raggiungete Bantry, pittoresca cittadina con tante case colorate e negozietti d’artigianato.

Pernottamento a Killarney o dintorni in B&B.

 

4° giorno: Ring of Kerry

Giornata dedicata alla scoperta del “Ring of Kerry”, un percorso circolare che si snoda tra montagne, scogliere e piccole baie, passando per i villaggi di pescatori di Killorglin, Glenbeigh e Waterville, una vera “città d’acqua”. Nonostante sia diventato una delle mete turistiche più gettonate d’Irlanda, il Ring of Kerry, nella penisola di Iveragh, mantiene un fascino davvero speciale. Questo anello di circa 200 chilometri (dalla fine della penisola di Dingle porta fino a Kenmare seguendo la strada costiera e ritorna a Killorglin passando da Killarney), è un esempio perfetto di tipico paesaggio irlandese: una dolce campagna verdeggiante che scende lenta verso il mare e punteggiata di cottage, splendide calette di sabbia bianca, vedute sconfinate sul mare e sulle isole e angoli da cui si possono godere meravigliosi panorami sul paesaggio costiero. Non ci sono grandi mete turistiche da visitare, se non una serie di piccoli viaggi, ma quello che rende speciale questo giro è il profondo senso di libertà e di contatto con la natura che questo percorso tortuoso trasmette: ogni curva è uno spettacolo, ogni tratto presenta un altro bellissimo scorcio. Inoltre negli ultimi anni è stata migliorata la strada e la segnaletica inserendo anche dei punti panoramici in cui è agevole sostare per fotografare il panorama. Nella parte interna invece il paesaggio cambia: il mare lascia il posto a tanti incantevoli laghetti azzurri, circondati da un paesaggio collinare con una vegetazione rigogliosa che in primavera e in estate si accende di colori con la fioritura degli alberi e dell’erica viola. Le stradine in salita che portano al Lady’s view sapranno regalarvi scorci magnifici su una una natura lussureggiante per portarvi fino a Killarney, cuore della penisola di Iveragh e luogo incantevole dove dedicarsi alle attività all’aria aperta all’interno del Killaney National Park.

Pernottamento a Killarney o dintorni in B&B.

 

5° giorno: Killarney/Limerick (150 km)

Prima colazione. Potete visitare la vicina penisola di Dingle, il cui punto più occidentale è lo Slea Head con vista mozzafiato sulle isole Blasket. Qui saranno appagati sia gli amanti della natura incontaminata sia gli appassionati di storia antica, di passeggiate e di trekking. Infatti questo lembo di terra proteso verso l’oceano custodisce tante piccole sorprese per coloro che avranno il tempo di visitarlo con calma e senza fretta.

La penisola di Dingle è uno dei luoghi più suggestivi d’Irlanda con i suoi paesaggi selvaggi e ancora quasi completamente incontaminati: qui a dominare è il mare in tempesta che s’infrange sugli scogli aguzzi e un verde intenso che abbraccia lo sguardo. In questo angolo ai confini del mondo sembra di essere protesi verso l’oceano e il clima cambia repentino a seconda del vento.

Sebbene una delle attrattive più conosciute sia il delfino Fungi, celebre “abitante” della Dingle Bay, i luoghi che vi stupiranno e che lasceranno un ricordo indelebile nella vostra memoria sono i paesaggi costieri che portano alla meravigliosa Slea Head, il punto più occidentale della penisola. Oppure la strada che prosegue fino a Ballyferriter e alle Three Sisters Headland, tra francobolli di terra dalle mille tonalità di verde e un mare turchese che incornicia questo stupendo tratto di costa.

Per visitare la penisola di Dingle si consiglia tagliare al centro passando dal Connor Pass, un valido alto e stretto che da Kilcummin porta a Dingle città: se il tempo è clemente, la vista mozzafiato spazia a nord verso i laghi glaciali, Rough Point, il monte Brandonper scendere verso sud fino a Dingle e perfino alle Skelling Islands davanti alla penisola di Iveragh.

Qui, nel cuore della Gaeltacht, troverete ancora testimonianze di antiche tradizioni e della lingua irlandese, il gaelico, vivo e parlato quotidianamente al punto che i cartelli stradali sono bilingui. Fra scorci sensazionali e una natura incontaminata potete anche ammirare diversi siti archeologici che testimoniano la vita all’età del ferro e il ritiro spirituale di santi ed eremiti che scelsero queste terre per la loro solitudine. Proseguendo per Limerick vi consigliamo una sosta a Adare, con i suoi tipici cottage.

Pernottamento a Limerick o dintorni in B&B.

 

6° giorno: Limerick/Galway (175 km)

Prima colazione. Partendo da Limerick trovate il Bunratty Castle del ‘400 con, ai suoi piedi, il più antico pub irlandese, il Dirty Nelly e intorno il Folk Park, ricostruzione di un vero villaggio irlandese dell’800. Tappa d’obbligo sono le Cliffs of Moher, spettacolari scogliere, rifugio di un’infinità di uccelli marini.

Le Cliffs of Moher (Aillte an Mhothair, che significa “scogliere della rovina”, in gaelico irlandese) possiedono numeri importanti: sono lunghe 8 chilometri e raggiungono un’altezza massima 214 metri di altezza. Questa famosissima meta turistica rappresenta una tappa fondamentale sia per un primo viaggio in Irlanda, sia per rivivere emozioni fortissime.

Camminare a strapiombo sul mare è una sensazione unica, sembra di essere ai confini del mondo e il panorama raggiunge la poesia massima quando si accendono i colori del tramonto: la massa dei turisti ha già ripreso la strada del ritorno e la pace è interrotta solo dal volo degli uccelli, dal suono del vento e delle onde che s’infrangono sugli scogli. Dal 2005 il sito ha subito un radicale cambiamento con la costruzione di un centro turistico e di accoglienza dei visitatori che ha suscitato notevoli polemiche: hanno realizzato parcheggi e nuove strade, hanno asfaltato alcuni sentieri e messo in sicurezza i camminamenti per impedire un facile accesso allo strapiombo, per prevenire incidenti e smottamenti dettati dalla forza del vento e dall’erosione della pioggia. Le Cliffs rimangono in ogni caso meravigliose, con la pioggia e con il sole, con la nebbia e al tramonto: sanno regalare emozioni intense e una sensazione di pace e di serenità. Raggiungete Galway, nota per le casette a colori pastello, i suoi pub e il Festival delle ostriche che si tiene a fine settembre. Pernottamento a Galway o dintorni in B&B.

 

7° giorno: Connemara o Isole Aran (190 km)

Prima colazione. Imbarcatevi per le isole Aran, famose per il paesaggio lunare e i maglioni di lana fatti a mano. Prezzo del traghetto non incluso. Inishmore, Inishmaan e Inisheer, le tre Isole Aran, si sono formate da una piattaforma calcarea staccatasi sott’acqua dal Burren ed emersa dall’Atlantico all’entrata della Galway Bay.

Si tramanda che gli imponenti forti in pietra sulle Aran Islands furono costruiti da una leggendaria tribù celtica, i Firbolgs, provenienti dall’Europa. Le isole furono roccaforti delle famiglie gaeliche O’Flaherty e O’Brien e, a parte la sempre crescente popolarità turistica, lo stile di vita è cambiato molto poco nel corso dei secoli. Usi e costumi sono rimasti quelli di un tempo: sono state mantenute vive e attuali le antiche tradizioni e la lingua gaelica, fino a pochi anni fa gli abiti venivano ancora tessuti in casa e le scarpe fatte a mano.

Per trasformare il terreno roccioso e sterile in aree coltivabili, gli isolani hanno raccolto sabbia e fuco (un tipo di alga) e li hanno disposti a strati su piccoli appezzamenti irregolari, recintati da muri a secco. All’agricoltura si affiancano le attività legate al mare, per le quali gli abitanti si servono di imbarcazioni leggere costruite con fasciami di legno e coperte da una tela incatramata, chiamate curraghs.

Le isole sono famose anche per i loro maglioni di lana di pecora bianca, con trame e disegni differenti che indicano il mestiere di chi li porta (oggi acquistabili in tutta Irlanda), e per il tipico costume locale: le donne indossano una camicia di flanella rossa e uno scialle incrociato,mentre gli uomini portano gilet di tweed con una cintura variopinta.

Le isole sono raggiungibi in traghetto da Rossaveal con la compagnia Aran Island Ferrie e Aran Direct.

Rientro e pernottamento a Galway.

 

8° giorno: Galway/Dublino (215 km)

Prima colazione. Partenza per Dublino. Durante il tragitto, se avete tempo, potete fare una sosta al Lough Corrib, il lago più grande della Repubblica d’Irlanda, al villaggio di Cong e al bellissimo Ashford Castle. Andando verso Dublino, si può fare una deviazione verso sud per visitare la Kylemore Abbey, un edificio in stile neogotico risalente al XIX secolo, situato in un panorama spettacolare, sulle rive del Lough Kylemore e circondato dai rilievi dei Twelve Bens. Potete proseguire per la Contea di Offaly, con 60.000 abitanti è la 18° contea più grande d’Irlanda. Con il fiume Shannon a ovest e le catene montuose Slieve Bloom a sud-est, questa Contea, offre dei paesaggi meravigliosi, famosi e riconosciuti tali da tutta Europa.

Gran parte del territorio è costituito da zone pianeggianti formatasi attorno allo Shannon, che segna il confine con le contee occidentali di Galway e Tipperary, mentre il restante territorio della contea di Offaly è formato da brughiere, come la celebre e vasta Bog of Allen e il parco di Boora bog.

Le località principali della contea sono Birr, dove si trova il famoso castello di Demesne e la celebre Clonmacnoise, dove giacciono i resti e le rovine di un antichissimo e importante monastero. Da non perdere inoltre Tullamore, Edenderry e Ferbane. Potete finire il vostro viaggio visitando Kildare e la sua cattedrale.

Arrivo a Dublino. Trasferimento libero in aeroporto e rilascio auto. Volo per l'Italia
******************************************************************************************

LA QUOTA COMPRENDE:

- Noleggio auto tipo A con presa e rilascio a Dublino

- Notti in Hotel 3* centralissimo a Dublino con colazione

- Pernottamento in B&B con colazione e con bagno privato durante l'itinerario

- Tasse locali in hotel ed oneri automobilistici

- Assistenza in loco e in Italia per tutto il viaggio

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

- Trasferimenti

- Il deposito cauzionale per la vettura

- I pasti e le bevande

- Pedaggi e parcheggi e Multe

- Eventuali ingressi a parchi, musei o attrazioni

- Volo a/r dall'Italia

- Assicurazione medico/bagaglio/annullamento

- Tutto quanto non indicato in "le quote comprendono".

 ***********************************************************************************

PROGRAMMA SUGGERITO 3 ( modificabile su misura secondo le vostre esigenze)

 

RING OF  KERRY

 

1° giorno: Italia – Dublino

Arrivo all'aeroporto di Dublino. L'auto verrà ritirata la mattina che si lascia la città di Dublino, poichè per visitare la città l'auto non serve. L'aeroporto di Dublino si trova a circa 12 chilometri dal centro città ed è ben collegato solo attraverso servizi di autobus. Non esiste al momento nessun collegamento via metro o treno dall'aeroporto al centro di Dublino. I due servizi principali di collegamento via autobus sono offerti da Aircoach e Airlink. Airlink 747:Dalle 5 del mattino alle 23.20 circa questo autobus collega in circa 30 minuti il terminal arrivi dell'aeroporto con le zone principali di Dublino, comprese Temple Bar e O' Connell Street. Il biglietto costa 6 € per adulto e può essere acquistato all'Ufficio Turistico in aeroporto, ai distributori automatici e anche a bordo direttamente dall'autista. Aircoach: Aircoach assicura un collegamento con il centro città anche di notte (ogni ora circa) e ogni 10-20 minuti durante il giorno. L'autobus parte dal Terminal Arrivi e in circa 30 minuti conduce nelle zone principali di Dublino. Il biglietto costa 7 euro e può essere acquistato presso i punti vendita della compagnia in aeroporto o direttamente dall'autista. I taxi sono disponibili al Terminal arrivi ad ogni ora del giorno: il costo di un trasferimento verso il centro varia tra 20 e 30 euro. I prezzi sono aggiornati al 2012 ma possono variare (soprattutto il taxi). Se preferite possiamo organizzarvi noi il transfer in hotel (€. 60,00 per una macchina da 4 persone).

Pernottamento in Hotel 3* centrale.

 

2° giorno: Dublino - Limerick (190 km)
Prima colazione. Raggiungete Kildare, piacevole cittadina dominata dalla cattedrale di St. Brigid del XIII sec. Proseguendo per Limerick vi consigliamo una sosta a Adare, con i suoi tipici cottage.
Attraversando un paesaggio naturale dalla flora ricca e varia, raggiungete Limerick, dall’aspetto piuttosto severo, con l’English Town, il quartiere antico, e l’Irish Town, con gli edifici georgiani. 
Pernottamento a Limerick o dintorni in B&B.

 

3° giorno: dintorni Limerick 

Potete visitare la vicina penisola di Dingle, il cui punto più occidentale è lo Slea Head con vista mozzafiato sulle isole Blasket. Qui saranno appagati sia gli amanti della natura incontaminata sia gli appassionati di storia antica, di passeggiate e di trekking. Infatti questo lembo di terra proteso verso l’oceano custodisce tante piccole sorprese per coloro che avranno il tempo di visitarlo con calma e senza fretta.
La penisola di Dingle è uno dei luoghi più suggestivi d’Irlanda con i suoi paesaggi selvaggi e ancora quasi completamente incontaminati: qui a dominare è il mare in tempesta che s’infrange sugli scogli aguzzi e un verde intenso che abbraccia lo sguardo. In questo angolo ai confini del mondo sembra di essere protesi verso l’oceano e il clima cambia repentino a seconda del vento.
Sebbene una delle attrattive più conosciute sia il delfino Fungi, celebre “abitante” della Dingle Bay, i luoghi che vi stupiranno e che lasceranno un ricordo indelebile nella vostra memoria sono i paesaggi costieri che portano alla meravigliosa Slea Head, il punto più occidentale della penisola. Oppure la strada che prosegue fino a Ballyferriter e alle Three Sisters Headland, tra francobolli di terra dalle mille tonalità di verde e un mare turchese che incornicia questo stupendo tratto di costa.
Per visitare la penisola di Dingle si consiglia tagliare al centro passando dal Connor Pass, un valido alto e stretto che da Kilcummin porta a Dingle città: se il tempo è clemente, la vista mozzafiato spazia a nord verso i laghi glaciali, Rough Point, il monte Brandonper scendere verso sud fino a Dingle e perfino alle Skelling Islands davanti alla penisola di Iveragh.
Qui, nel cuore della Gaeltacht, troverete ancora testimonianze di antiche tradizioni e della lingua irlandese, il gaelico, vivo e parlato quotidianamente al punto che i cartelli stradali sono bilingui. Fra scorci sensazionali e una natura incontaminata potete anche ammirare diversi siti archeologici che testimoniano la vita all’età del ferro e il ritiro spirituale di santi ed eremiti che scelsero queste terre per la loro solitudine.Pernottamento a Limerick o dintorni in B&B.

 

4° giorno: Limerick - Killarney (250 km)
Prima colazione. Passando per Tralee, si raggiunge Dingle, piccola città con pub e case coloratissime. Da qui parte un itinerario circolare di 50 km che porta alla scoperta dell’omonima penisola ricca di testimonianze archeologiche. L’estrema punta occidentale della penisola è lo Slea Head con vista mozzafiato sulle isole Blasket. Arrivo a Killarney, graziosa città con pub, ristoranti e negozi di artigianato locale. 
Pernottamento a Killarney o dintorni in B&B.

 

5° giorno: Ring of Kerry

Giornata dedicata alla scoperta del “Ring of Kerry”, un percorso circolare che si snoda tra montagne, scogliere e piccole baie, passando per i villaggi di pescatori di Killorglin, Glenbeigh e Waterville, una vera “città d’acqua”.
Nonostante sia diventato una delle mete turistiche più gettonate d’Irlanda, il Ring of Kerry, nella penisola di Iveragh, mantiene un fascino davvero speciale.
Questo anello di circa 200 chilometri (dalla fine della penisola di Dingle porta fino a Kenmare seguendo la strada costiera e ritorna a Killorglin passando da Killarney), è un esempio perfetto di tipico paesaggio irlandese: una dolce campagna verdeggiante che scende lenta verso il mare e punteggiata di cottage, splendide calette di sabbia bianca, vedute sconfinate sul mare e sulle isole e angoli da cui si possono godere meravigliosi panorami sul paesaggio costiero.
Non ci sono grandi mete turistiche da visitare, se non una serie di piccoli viaggi, ma quello che rende speciale questo giro è il profondo senso di libertà e di contatto con la natura che questo percorso tortuoso trasmette: ogni curva è uno spettacolo, ogni tratto presenta un altro bellissimo scorcio. Inoltre negli ultimi anni è stata migliorata la strada e la segnaletica inserendo anche dei punti panoramici in cui è agevole sostare per fotografare il panorama.
Nella parte interna invece il paesaggio cambia: il mare lascia il posto a tanti incantevoli laghetti azzurri, circondati da un paesaggio collinare con una vegetazione rigogliosa che in primavera e in estate si accende di colori con la fioritura degli alberi e dell’erica viola. Le stradine in salita che portano al Lady’s view sapranno regalarvi scorci magnifici su una una natura lussureggiante per portarvi fino a Killarney, cuore della penisola di Iveragh e luogo incantevole dove dedicarsi alle attività all’aria aperta all’interno del Killaney National Park.

Pernottamento a Killarney o dintorni in B&B.

 

6° giorno: Killarney - Cork  (210 km)
Dopo la prima colazione, visitate il Blarney Castle, famoso per la pietra che, secondo la leggenda, donerebbe l’eloquenza; la storica distilleria del Jameson Whiskey; l’antica piazzaforte di Youghal ed Ardmore, con le suggestive rovine del monastero in riva al mare. Proseguimento per Cork, sul fiume Lee che racchiude il centro storico.  Visitate Cork e i suoi dintorni con la storica distilleria del Jameson Whiskey e il quattrocentesco Blarney Castle, famoso per la pietra che, secondo la leggenda, donerebbe l’eloquenza.
Pernottamento a Cork o dintorni in B&B. 

 

7° giorno: Cork- Dublino (270 km)
Prima colazione. Raggiungete Kinsale, porto famoso già in epoca normanna. Raggiungete Bantry, pittoresca cittadina con tante case colorate e negozietti d’artigianato. Potete visitare la rocca di Cashel, un complesso architettonico di gran fascino, e il castello di Cahir, scelto come location per diversi esterni del film Excalibur. Se volete potete fare una deviazione sulla costa per visitare Waterford. Arrivate a Kilkenny, sulle rive del fiume Nore con il castello medievale e alcuni edifici storici nel centro. Dirigetevi verso Wicklow, con le rovine del Black Castle. Visitate le cittadine di Carlow e Glendalough, dove un torrione in rovina ricorda l’antico castello anglo-normanno del ’200. Arrivo a Dublino.

Pernottamento in Hotel 3* centrale.


8° giorno: Dublino/Italia
Prima colazione. Trasferimento libero in aeroporto e rilascio auto. Volo per l'Italia.
****************************************************************************************

Mete più cliccate
Condizioni d'uso del sito*

Dichiaro di aver letto e di accettare le condizioni generali di utilizzo del servizio.

Richiesta di consenso al trattamento dati*

Dichiaro di aver letto l'Informativa e sono consapevole che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio del sito e dichiaro di essere maggiorenne.

Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di Edizioni Master S.p.A.

Acconsento

Non acconsento

Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statistiche, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.

Acconsento

Non acconsento

'); }